Programma – Tracciabilità, certificazione e tutela della qualità dell’olio d’oliva e delle olive da tavola

Home/Programma – Tracciabilità, certificazione e tutela della qualità dell’olio d’oliva e delle olive da tavola
Programma – Tracciabilità, certificazione e tutela della qualità dell’olio d’oliva e delle olive da tavola 2015-07-29T12:00:20+00:00

Uno degli obiettivi strategici del Programma dell’ACO è la valorizzazione, in termini di affidabilità, dei processi produttivi e dei sistemi di controllo certificati da Organismi terzi autorizzati e vigilati dallo Stato che l’Unione Europea ha disegnato per le produzioni alimentari, in particolare quelle di qualità certificata.

È in questa ottica che vanno considerati le attività previste dal Programma triennale volte ad introdurre innovazioni che consentono di migliorare la qualità dell’olio prodotto e la tracciabilità quale strumento che rafforza il legame produttore-consumatore, consentendo a quest’ultimo di effettuare scelte consapevoli sull’olio da acquistare.

ACO intende progettare e realizzare un Sistema di rintracciabilità di filiera e un Sistema di certificazione volontaria della qualità basato su un sistema di analisi del rischio e di punti critici di controllo, in grado di permettere la replicabilità dell’iniziativa anche ad altri operatori.

Tali attività saranno realizzate mediante le seguenti azioni:

  • a) Progettazione e realizzazione di sistemi di rintracciabilità di filiera certificati ai sensi della norma UNI EN ISO 22005:08 e conformi al Reg. (CE) 178/2002.

ACO intende progettare e realizzare un Sistema di Rintracciabilità di filiera certificato ai sensi della norma UNI EN ISO 22005:08 e conforme al Reg. (CE) 178/2002.

La piattaforma informatica di supporto per le registrazioni, sarà in grado di gestire un’ampia mole di informazioni necessarie a soddisfare le esigenze dei diversi stakeholders: produttori o loro Associazioni, Autorità pubbliche o Enti preposti alle certificazioni volontarie, consumatori, etc.

L’affidabilità della piattaforma informatica sarà insita nelle sue due principali caratteristiche: la strutturazione in sezioni distinte per ciascuno stadio della filiera coinvolto e la possibilità di registrare in automatico, laddove possibile, le informazioni e i dati, minimizzando l’imputazione manuale.

  • b) Realizzazione ed applicazione pratica di sistemi di certificazione volontaria della qualità basati su un sistema di analisi del rischio e di punti critici di controllo

Scopo di tale attività è quello di fornire uno strumento strategico per una ulteriore valorizzazione delle produzioni oleicole degli associati. Ciò si concretizza con la certificazione di alcune tipologie di olio d’oliva ottenute nel rispetto dell’analisi del rischio e dei punti critici di controllo dei relativi processi produttivi, riportati nelle norme tecniche oggetto di “validazione” da parte di un Ente di Certificazione.

La azioni previste nell’ambito dell’attività 5) Tracciabilità, certificazione e tutela della qualità dell’olio d’oliva e delle olive da tavola saranno realizzate in maniera integrata coinvolgendo 3 Organizzazioni di Produttori che nel loro complesso rappresentano 8.157 soci produttori:

  • 1 ACO, Associazione Cooperativa Olivicola a r.l., che opera sul territorio della Regione Lazio con 4.116 soci;
  • 2 Cotracoop, Associazione Consorzio di Cooperative Agricole e di Lavoro – soc. coop., che opera sul territorio della provincia di Lecce e Barletta-Andria-Trani con 2.059 soci;
  • 3 P.O. Associazione di Produttori Olivicoli Società Cooperativa, che opera sul territorio della provincia di Cosenza con 1.982 soci.